Crea sito

ONEGIN


SEMPLICEMENTE FANTASTICO

Come promesso eccomi qui a raccontarvi come Roberto Bolle e la fantastica Maria Eichwald hanno interpretato in maniera spettacolare il romanzo di Puskin coreografato da John Cranko.

ATTO PRIMO – quadro primo. Nel giardino della casa della vedova Larin.

” Tat’jana e Ol’ga danzano in compagnia di alcune amiche. Ci si diverte in un gioco antico:  colei che allo specchio si guarderà, vi sorgerà il viso dell’amato. Per l’allegra Ol’ga, la superstizione si avvera: ella vede nello specchio il viso delfidanzato, il poeta Lenskij; la timida Tat’jana, sorella di O’l’ga. Vi scorge invece il viso di Oniegin, che – in visita ora da San Pietroburgo – e’ condotto nella casa della vedova Larin dall’amico Lenskij.

Tat’jana istantaneamente s’innamora del giovane ONEGIN, annoiato aristocratico, futuro erede di ricchi possedimenti. Questi si vanta della sua superiorità con la compagnia dei presenti e neppur Tat’jana riesce a spezzare la sua alterigia.

QUADRO  SECONDO – Camera di Tat’jana.

Tat’jana sta scrivendo una lettera a ONEGIN, nella quale da’ sfogo al suo amore appassionato per quell’uomo che le e’ quasi sconosciuto. addormentatasi esausta sulla sua missiva, Tat’jana si vede in sogno riflessa nello specchio: appare il viso amato di Onegin che le rivela il suo amore corrisposto

BELLO VERO? Provate ad immaginarVi il balletto…. A domani cgli il secondo atto